Diwali

Festa di Deepavali o Diwali


La Festa del Diwali è una delle più antiche e importanti feste celebrata in tutta l’India. Il Diwali e' la festa indiana delle luci. La festa quindi non è solo una festa Hindu ma viene celebrata anche da Buddisti, Jainisti e Sikh con motivazioni diverse in base ai credi o della  zona  dove le persone risiedono.

 La festa del Diwali ricorda il ritorno di Rama, l'incarnazione di Vishnu, nella sua capitale Ayodhya.

Simbolicamente si festeggia il ritorno della ‘Luce’ nella sua casa di origine (il nostro corpo), da dove mancava da molto tempo, dopo avere sconfitto tutte le sue cattive tendenze (Ravana).  
Si racconta che Ravana, re di Lanka  aveva rapito la moglie di Rama: Sita, quando torna ad Ayodhya carico di gloria e di onori, lo attende il  suo fratello Barata che si è rifiutato di salire al trono, come avrebbe voluto sua madre Kaikeyi. Barata aveva promesso di essere pronto a immolarsi se il fratello non fosse tornato entro 14 anni. Il popolo di Ayodhya, per celebrare il ritorno di Rama, Sita e Lakshmana, festeggia ogni anno Diwali , facendo scoppiare petardi e illuminando le loro case con torce (diyas) e altre luci
La festa incomincia due giorni prima e ha il suo culmine nel terzo giorno. Dhan Teras  è il primo giorno di festa (due giorni prima di Diwali). In questo giorno c’è l’usanza per il  buon auspicio, di comprare qualche utensile nuovo per la casa. La casa viene ripulita in modo perfetto. I bambini comprano i petardi e le torce e le candele.
E' tradizione di creare una piccola cassetta di fango: puja, dentro la quale viene messo una immagine di Lakshmi, la dea della prosperità e la protettrice delle donne sposate. Le persone comprano piccole statuine di Ganesha e Lakshmi che vengono utilizzate nella puja


Ganesha viene venerato sempre per primo, mentre il senso della festa è che Lakshmi, la divinità della ricchezza, farà visita nelle case piene di luci durante il giorno di festa.
I negozi sono tutti molto decorati e fanno affari vendendo utensili per la casa e nelle famiglie si preparano cibi speciali (papri e deevlas).

La vigilia di Diwali si chiama Chhoti Diwali
E’ tradizione che in questo giorno Hanuman, il grande devoti di Rama, si recasse volando ad Ayodhya per  annunciare che  Rama, Sita e Lakshmana sarebbero arrivati il giorno dopo. E’ molto importante che tutta la casa sia bene illuminata con lampade ad olio, candele e e torce. Una torcia,almeno, è d’obbligo!
In questo giorno, la puja della casa viene  gioiosamente decorata con fiori freschi e foglie. 
Gli Indiani sono maestri nel disporle in modo da formare eleganti disegni geometrici: rangoli. Donne e bambini fanno a gara a chi forma i disegni più belli.



 Si inizia il giorno della festa del Diwali con un bagno purificatore da fare prima dell’alba, seguito da un massaggio con oli profumati. Questo rito viene considerato di buon augurio.  Quando  arriva la sera e prima che faccia buio (al tramonto) tutti, elegantemente vestiti con gli abiti tradizionali, si ritrovano nella puja, decorata con la massima cura e illuminata con candele e torce a petrolio. I piatti più prelibati, il mithai  (dolce tipico di questa festa; sono dei rotoli, fatti di farina, jaggery e miele impastati con acqua, ripieni di delizie varie e poi fritti nel ghee) e tanta frutta sono poste in un lato della Puja, dove sono in bella mostra i nuovi utensili comprati per la casa. A questo punto tutto è pronto e la cerimonia ha inizio cospargendo di teeka,le divinità e tutti i presenti e successivamente aspergendo gli idoli con acqua, aipun, roli e riso.  Ognuno poi prende un piccolo pugno di riso tenendolo stretto e il più anziano del gruppo narra la tradizionale storia di Diwali.

***********************************************************
                                            Storia di Diwali 

C'era una volta un grande guerriero, il principe Rama,che aveva una bella moglie di nome Sita.
C'era anche un re terribile,  il demone Ravana. Aveva venti braccia e dieci teste ed era temuto in tutto il paese. Voleva che Sita diventava la sua moglie e un giorno lui la rapì. La portò via nel suo carro ma Sita che era molto intelligente, rompé la sua collana e  lascio una scia di gioielli per Rama da seguire.
Rama seguì la scia scintillante di gioielli fino a quando incontrò il Re delle Scimmie Hanuman, che divenne suo amico. Hanuman promise di aiutare Rama a trovare Sita. Mandò dei messagi a tutte le scimmie e orsi del mondo che cercarono di trovare Sita.
Dopo una lunga ricerca, Hanuman trovò Sita imprigionata su un'isola. Come non riuscirono a  raggiungere l'isola, tutti gli animali insieme formarono un ponte.
Una volta raggiunto l'isola fecero una potente battaglia e liberarono Sita. Rama uccise Ravanna il Dio del male con una freccia magica. Tutto il mondo si rallegrò. Ora Rama e Sita possano  iniziare un lungo viaggio di ritorno verso la loro terra. Una volta arrivati nella città Ayodhya tutta la gente accoglio Rama e Sita   con lampade  ad olio accese per guidare il loro cammino. 
Da questo momento la gente in India accendono delle lampade per la festa dei Diwali  con l'intento di ricordare che la luce trionfa sul buio e il bene trionfa sul male.

*****************************************************************************

 
Quando il più anziano finisce il racconto che da inizio  alla festa  la donna più anziana disponendo il Prasad presentando mithai su un vassoio e lo offre a tutti i presenti.  Essendo la puja iniziata al tramonto ora è buio e le torce brillano nella notte.
I bambini si divertono facendo esplodere i petardi.



Si usa dare  dei petardi anche ai bambini poveri in modo che tutti si possano divertire. Alla fine si balla e si gioca a carte per tutta la notte. Di solito la festa  tutto finisce alle prime luci dell’alba.


Barfi, foglie d'argento  

  • un litro di latte intero 
  • 200 grammi circa di zucchero 
  • 150 grammi di mandorle ridotte in polvere 
  • un pizzico abbondante di cardamomo in polvere 
  •  due cucchiai colmi di pistacchi sgusciati 
  • foglie di argento per decorare 
  • burro quanto basta 
Portare il latte a ebollizione sul fuoco alto e continuare la cottura mescolando di continuo fino a quando inizia ad addensarsi. Unire lo zucchero e fare cuocere per circa 10 minuti, sempre mescolando. Aggiungere le mandorle in polvere e continuare a cuocere fino a quando il composto si staccherà dalla pentola. Togliere dal fuoco, spolverare con il cardamomo e mescolare. Versare il composto su un piatto imburrato, e usando una lama di coltello imburrata, lisciarlo. Poi con un coltello appuntito incidere il composto in losanghe. Decorare con i pistacchi e le foglie di argento. Lasciare raffreddare completamente il composto e a questo punto tagliare completamente le losanghe.



Nessun commento:

Questo blog è stato creato per scopi didattici e non commerciali. Le risorse riunite in questo spazio possano evitare ore e ore di ricerca a chi attualmente fatica a trovare materiale utile per le proprie lezioni. Ho cercato scrupolosamente di rispettare i diritti d'autore, ma se mi fosse sfuggito qualcosa e qualcuno fosse contrario alla pubblicazione in questo luogo di quello che considera la sua proprietà intellettuale basta che mi contatti gentilmente perché provvedo alla rimozione di tale contenuto.

Buona navigazione ! astridmastromauro@gmail.com

nickname maestrastrid