domenica 6 dicembre 2015

Chanukkah


Ogni anno i bambini ebrei aspettano intorno ai primi di dicembre la festa del Hanukkah o Chanukah. Questa festa non cade in una data precisa, perché le feste ebraiche seguono il calendario lunare.

Storia della  festa 
Più di 2300 anni fa in una terra chiamata Giudea (Israele) vivevano numerosi ebrei. Precisamente nel 161 prima della nascità di Cristo il re siriano Antioco  IV Epifane dominava la Giudea. Egli ordinò a tutta la gente ebrea di rinunciare al loro Dio e ai loro costumi, dovendo onorare solamente gli dei greci. Il tempio di Gerusalemme fu distrutto e profanato. Tutte le persone che si rifiutavano di abbandonare la loro religione, venivano severamente punite.
Alcuni ebrei obbedirono ad Antioco e altri rifiutarono. Tra quest’ultimi vi era Giuda Maccabeo, il quale, insieme ai suoi  4 compagni, formò un vero e proprio esercito. Il loro obiettivo era difendersi da tutti coloro che li opprimevano. Decisero di chiamarsi Maccabei, che significa “martello”. Dopo tre anni di dura lotta i Maccabei vinsero la guerra con i Siriani e soprattutto riconquistarono il tempio. La prima cosa da fare era purificare, “ri-dedicare” il tempio al loro Dio; così rimossero da questo tutti i simboli e gli idoli greci. Chanukah/Hanukkah indica proprio questa nuova offerta del tempio a Dio.  L’unico problema è che i giudei non trovarono l' olio benedetto per poter accendere le lampade. Cercarono per molto tempo e alla fine in una delle stanze del tempio scovarono un’ampolla d’olio. I Maccabei sapevano che quel poco sarebbe bastato solo ad illuminare il tempio per una sera, ma a quel punto avvenne il miracolo, Il piccolo contenitore d’olio durò, non una, ma otto notti! Il tempo necessario per la pressatura e la purificazione dell'olio d'oliva sacro.

Cosa significa Chanukah?
 Chanukah o Hanukkah è il termine ebreo della “dedicazione”, che si riferisce alla riconsacrazione del Tempio di Gerusalemme nel 161 a.C.


Quando inizia Chanukah?
Chanukah, secondo il calendario ebreo, inizia il 25 del mese di Kislev  ( che corrisponde al periodo tra novembre e dicembre). La festa dura otto giorni per festeggiare la riconquista del Tempio di Gerusalemme, che era stato saccheggiato dai pagani.

Fonte di riferimento



  1. Cos’è un Menorah?
    E’ un candelabro con nove candele: otto di queste rappresentano le notti di Chanukah, l’ultima (la più alta) è chiamata Shamash o “serva” perché è usata per illuminare le altre candele.
    Nella prima notte di Chanukah viene accesa una candela che continuerà a bruciare per otto notti, fino a quando cioè tutte le candele saranno accese.   FONTE 

Cosa è il dreidel?

Durante la festa i bambini giocano con le trottole, chiamate: dreidel.

Sui lati della trottola troviamo le lettere dell'alfabeto ebraico :

Nun (נ), Ghimel (ג), Hei(ה) e PE(פ): queste sono le iniziali della frase dei Maestri Ebrei

 


         "NES  GADOL  HAYA' PO "  

 UN GRANDE MIRACOLO E' AVVENUTO QUI

Il sevivon ( o dreidel), una sorta di trottola, veniva utilizzato dai bimbi ebrei che, quando studiavano di nascosto, durante l'occupazione, la Bibbia ebraica non appena colti dai soldati greci che ne avevano impedito in parte l'adempimento, improvvisamente fingevano di giocare per non essere catturati.


Nel gioco del dreidel ogni giocatore fa una puntata e fa girare la “trottola”, quando il dreidel si ferma si guarda qual è la lettera uscita:
Nun: nessuno vince o perde
Gimmel: si vince tutto
Heh: si vince la metà
Peh: si perde tutto
Il gioco continua fino a quando i giocatori hanno perso tutto.
Il gioco del dreidel è popolare da quando regnava Antioco.
(Riferimenti Maestra Sabry e Wikipedia)

Cucina Ebraica di Chanukkà



Latkes, delle piccole frittelle di patate, ottenute tagliando le patate a listarelle sottili. Queste poi vengono amalgamate insieme a uova, farina e cipolla, in modo da ottenere un composto pronto per essere fritto.

Latkes (Frittelle di patate)


3 patate
1 cipolla
1 uovo
1 cucchiaino di sale
1/2 cucchiaino di pepe nero
olio per friggere 



Tritare finemente la cipolla, e pelare e grattugiare le patate.      
Porle entrambe in uno scolapasta posto su una ciotola, e strizzare molto bene.
Impastare con sale, pepe e l'uovo sbattuto.
Raccogliere l'amido depositato sul fondo della ciotola, e unirlo all'impasto.
Scaldare dell'olio in un'ampia padella. Prelevare porzioni del composto grandi quanto un'albicocca, quindi schiacciarle tra le mani eliminando gli eventuali liquidi residui e friggere da ambo le parti finché non sono ben dorate.
Servire con panna acida o formaggio cremoso.

Sufganiot 



Monete di Channuka

Cioè monete di cioccolato. I bambini, ricevono le monete in segno di affetto e prosperità, come buon auspicio.


Attivita' Creative
Segui la bacheca Chanukah di FUTURE CLASSROOM su Pinterest.


Il rituale  di dedicare con preghiere e gesti simbolici oggetti e luoghi sacri è stato adottato anche dalla Chiesa Cattolica 

mercoledì 11 novembre 2015

San Martino

Chi era San Martino?

 Martino è  nato da genitori romani nel 316 circa a Sabaria nell’attuale Ungheria. E’ uno dei primi santi non martire della chiesa cattolica ma venerato anche nella chiesa ortodossa e copta. Si celebra la sua festa, l’11 di novembre, giorno dei suoi funerali a Tours.


Su San Martino si raccontano molte leggende. 
La più famosa è questa: 
Quando Martino era ancora un soldato, ebbe la visione che diverrà l’episodio più narrato della sua vita. Si trovava alle porte della città di Amiens con i suoi soldati quando incontrò un mendicante seminudo. 
D’impulso tagliò in due il suo mantello militare e lo condivise con il mendicante. Immediatamente il sole si mise a scaldare come in estate. Quella notte sognò che Gesù Cristo si recava da lui e gli restituiva la metà di mantello che aveva condiviso. Udì Gesù dire ai suoi angeli

“Ecco qui Martino, il soldato romano che non è battezzato, egli mi ha vestito.” 
Quando Martino si risvegliò il suo mantello era integro. Il mantello miracoloso venne conservato come reliquia, ed entrò a far parte della collezione di reliquie dei Re Merovingi dei Franchi. 
Il sogno ebbe un tale impatto su San Martino, che si fece battezzare il giorno seguente e divenne cristiano. Decise di lasciare l’esercito e divenne un monaco nei pressi della città di Tours.  FONTE

Nella presentazione seguente, realizzato con Prezi possiamo vedere e leggere in  modo dettagliato, piacevole e preciso tutta la storia di San Martino. Ringraziamo l'autore Giorgio Figura per averla reso pubblico e reso condivisibile! 


  

La notte dell’11 novembre i bambini nei paesi del nord Europa passano  di porta in porta, avvolte visti da poverelli, per chiedere caramelle cantando delle canzoni tipiche in cui chiedono l’elemosina. I  video qui sotto mostra un canto di san martino in tedesco che volendo potete imparare. ( i nostri alunni, l'hanno fatto!)



Cantiamo Insieme


Segui la bacheca San Martino di Astrid su Pinterest.

venerdì 24 aprile 2015

25 APRILE


FLASH MOB - LA DISSACRAZIONE DEL LUMINO
IL 25 APRILE NELLA FESTA DELLA LIBERAZIONE.
MORTI AMERICANI E ITALIANI 600MILA 


 GRAZIE UN GRAZIE A TUTTI I SOLDATI
I MORTI IN GUERRA, RICORDIAMOLO 
CON UNA PICCOLA LUCE!

domenica 5 aprile 2015

Festa Madre

La Pasqua...per i cristiani festa madre di tutte le feste  



Festa della Luce &  Festa Madre per i Cristiani




Avete mai visto un Presepe di Pasqua, la vostra maestra sì! Venite anche voi in questi giorni dalla 15.00 alle 19.00 a Maerne di Martellago, Piazza IV Novembre.
Che cosa sono i presepi Paquali? I Presepi Pasquali sono una  tradizione prevalentemente tedesca. 
Sono rappresentazioni scenografiche della Passione di Cristo, simili alla Via Crucis.



 A Maerne troviamo 11 scenografiche sacre della Settimana Santa realizzate e messe a disposizione della Pro Loco di Martellago dall'autore italiano Francesco Bonvissuto.

Questo blog è stato creato per scopi didattici e non commerciali. Le risorse riunite in questo spazio possano evitare ore e ore di ricerca a chi attualmente fatica a trovare materiale utile per le proprie lezioni. Ho cercato scrupolosamente di rispettare i diritti d'autore, ma se mi fosse sfuggito qualcosa e qualcuno fosse contrario alla pubblicazione in questo luogo di quello che considera la sua proprietà intellettuale basta che mi contatti gentilmente perché provvedo alla rimozione di tale contenuto.

Buona navigazione ! astridmastromauro@gmail.com

nickname maestrastrid